Napoli e il paradosso del calabrone

Titolo: Napoli e il paradosso del calabrone
Autore: Geo Nocchetti
Collana: Neon
Anno edizione: 2021
Pagine: 96
EAN: 9791280660107
acquista

 

SE FOSSE UN ESSERE UMANO,
NAPOLI SAREBBE MORTA DA TEMPO,
VISTI I PARAMETRI VITALI PROSSIMI ALLO ZERO.

EPPURE NON ESISTE CITTÀ PIÙ VIVA
E AL CENTRO DELLA SCENA MONDIALE,
SOTTO DIVERSI ASPETTI, DELLA BELLA PARTENOPE.

Napoli e il paradosso del calabrone è una testimonianza d’amore per una città piena di contraddizioni, che l’autore – senza risparmiarsi in ironia pungente e critiche feroci esalta, biasima, giustifica, abbandona. Dagli speranzosi ai rassegnati, dagli intellettuali ai Bebi, Napoli è costellata di figure che fanno, dicono, gesticolano, secondo un campionario piuttosto preciso e divertente per chi lo osserva da fuori, meno per chi vive quella realtà da dentro. La fede religiosa e poi l’altra grande fede, il calcio, la canzone napoletana, la gastronomia, il gioco sono tutti insieme parte di un universo che non è cambiato poi così molto negli ultimi decenni – o perfino tre secoli lasciando però anche il passo a una subcultura globalizzante che si confonde e fagocita quelle tradizioni di cui invece i napoletani vanno giustamente fieri. Questo libro è la storia di una città che è comunque un mondo a parte, da amare e da odiare al tempo stesso.

 

Geo Nocchetti è giornalista e scrittore.
Dopo la laurea in Giurisprudenza e la specializzazione in Diritto Amministrativo, comincia a lavorare come inviato speciale del «Diario di Napoli», collabora quindi con il quotidiano «Il Mattino» e infine approda in Rai come inviato speciale, prima a Potenza, poi, a partire dal 1988, a Napoli. Si occupa di criminalità organizzata e di cronaca giudiziaria e nera, seguendo anche la cultura e gli spettacoli. Lavora, sia in Italia che all’estero, per trasmissioni come «Samarcanda», «Piacere Raiuno», «Uno Mattina», «Italie» e «Serata Tg1». Dal 1988 al 1996 è corrispondente del settimanale «Famiglia Cristiana», dal 1996 al 2002 è inviato per «La cronaca in diretta», trasmissione per la quale realizza oltre 900 dirette. Dal 2000 al 2002 effettua servizi e collegamenti per la trasmissione «Porta a Porta».
Dal 2008 è editorialista del «Corriere del Mezzogiorno», l’edizione campana del «Corriere della Sera», e attualmente è vice caporedattore del TGR Campania.
Ha pubblicato diversi saggi di Diritto Amministrativo e due biografie: Peppino Di Capri. Il sognatore (RaiEri, 2004) e Napoli solo andata… Il mio lungo viaggio (Sperling & Kupfer, 2005), sulla vita di Mario Merola. Con la Tullio Pironti Editore ha pubblicato nel 2010 il romanzo Saldi di fine emozione, seguito nel 2014 dal pamphlet Gesù non aveva amici (e neppure una famiglia), con prefazione di Vittorio Sgarbi.